cosa visitare

Il borgo di Lesa sul Lago Maggiore è diviso in diverse frazioni, delle quali la più interessante e ricca di attrazioni è senz'altro Solcio

Qui, in quello che un tempo era un piccolo villaggio di pescatori d'impronta medievale, sorge la casa vacanze Villa Jejia, straordinario punto di partenza per scoprire questo territorio ricco di cultura e di paesaggi naturali unici

image

Solcio di Lesa

Con i suoi vicoli stretti a gradoni, invita alle passeggiate e incuriosisce tutti i tipi di visitatori, che dal pittoresco porto dove ormeggiano lussuosi yacht possono iniziare brevi itinerari all'insegna della storia e dell'arte.

Imperdibile, in questo senso, la chiesa neoclassica di San Rocco, con il mosaico in facciata di Giovanni Sgorlon e con gli affreschi di Domenico Induno.
Parimenti affascinanti sono il sagrato dell'oratorio di Sant'Antonio, dal quale godere un'estasiante vista dei dintorni, e le tante ville che popolano il borgo, da Villa Noseda in poi.


image

Arona

A sud, a una decina di minuti in automobile, si trova la ricca Arona, storica sede della famiglia Borromeo che mostra ancora intatto il suo splendore.
Basti pensare alla Collegiata di Santa Maria Nascente, alla Chiesa di Santa Maria di Loreto, alla Rocca Borromea e soprattutto con al celebre Colosso di San Carlo: gli ospiti di Villa Jejia non possono infatti fare a meno di visitare l'imponente statua alta quasi 25 metri, la quale – grazie alle finestrelle che si aprono dietro gli occhi della statua – permette di godere di un panorama mozzafiato sulle rive lombarde e piemontesi del Lago Maggiore.


image

Stresa

A nord di Lesa si trova la suggestiva cittadina di Stresa, la quale guarda dritta sulle tre scenografiche Isole Borromee, ovvero l'Isola Bella, l'Isola Madre e l'Isola dei Pescatori. Questo centro, che già nell'Ottocento ebbe modo di ammaliare personaggi del calibro di Lord Byron, di Stendhal e di Dickens, stupisce ancora oggi con la neoclassica Chiesa parrocchiale di Sant’Ambrogio, con la settecentesca Villa Ducale e con l'ottocentesca Villa Pallavicino, circondata da un parco in cui si possono ammirare daini, lama, zebre, canguri, fenicotteri, pavoni e pappagalli.


image

In barca sul lago

Del resto il territorio in cui sorge la casa vacanze Villa Jejia non è ricco solamente di cultura, ma anche di natura, tutta da scoprire.

Chi sente il richiamo dell'acqua può noleggiare una barca e veleggiare lungo il Lago Maggiore, potendo così godere di un punto di vista eccezionale sulle sfarzose ville, sui castelli, sulle rocche e sui magnifici borghi che abitano le sue rive.


image

In collina

Chi invece vuole stare con le gambe a terra, può optare per delle entusiasmanti escursioni sulle colline che circondano Lesa, le quali assicurano panorami favolosi.

Una decina di sentieri facilmente percorribili si diramano infatti nelle vicinanze del centro abitato, alla volta del Varim, di Belgirate, di Comnago, di Graglia Piana, di Monte Croce e di tanti altri luoghi che non aspettano altro che d'esser visitati.




Le opportunità di svago e di scoperta, a Solcio di Lesa e dintorni, non mancano di certo. Per qualsiasi informazione sulle attrazioni del Lago Maggiore, del resto, gli ospiti della casa vacanza Villa Jejia possono avvalersi dei consigli di Stefano Saini, sempre pronto a rendere ancora più piacevole il soggiorno in questo seducente e scenografico angolo di Piemonte.